LA FAUNA

L'OASI WWF > LA FAUNA

L’OASI WWF

SCOPRI LA NOSTRA OASI

LA FAUNA DELL'OASI

La comunità animale dell’Oasi rispecchia i molti habitat che la Riserva preserva e va dalla fauna boschiva, strettamente legata alla presenza del bosco, a quella più tipica delle zone palustri.

  • UCCELLI
  • RAPACI
  • ANFIBI E RETTILI
  • MAMMIFERI
  • INVERTEBRATI
uccelli - Oasi Naturale Parco degli Astroni

UCCELLI

Sono tra gli animali più numerosi e sicuramente tra i più facili da osservare con oltre 130 specie che popolano il cratere nel corso dell’anno: anatre, aironi, rapaci, picchi e moltissimi piccoli passeriformi.
Tra loro, il picchio rosso maggiore, simbolo dell’Oasi.
Molti sono protetti a livello nazionale e internazionale per la loro rarità.

rapaci - Oasi Naturale Parco degli Astroni

RAPACI

Il cratere è il sito di nidificazione di cinque maestose specie di rapaci diurni: falco pellegrino, gheppio, sparviere, poiana e falco pecchiaiolo. Le affascinanti specie notturne sono invece quattro: assiolo, civetta, allocco e barbagianni.

anfibirettili - Oasi Naturale Parco degli Astroni

ANFIBI E RETTILI

Tra gli anfibi che dimorano presso gli specchi d’acqua dell’Oasi o nelle loro vicinanze è possibile osservare rana verde, rana dalmatina e rospo smeraldino.
Numerosi invece i rettili: tra i serpenti il biacco, il cervone, il saettone, la natrice dal collare e, nella parte più alta e soleggiata, la vipera. Due specie di testuggini negli specchi d’acqua, l’autoctona Testuggine palustre e le esotiche testuggini dalle orecchie rosse e, infine, la comune lucertola campestre, il geco e l’emidattilo.

mammiferi - Oasi Naturale Parco degli Astroni

MAMMIFERI

Tra i mammiferi è possibile osservare volpi, donnole, ricci, talpe, toporagni, ghiri, moscardini, arvicole, topi selvatici, il piccolissimo mustiolo etrusco e diverse specie di chirotteri, tra cui i rinolofi maggiore e minore, entrambi a rischio di conservazione.

invertebrati - Oasi Naturale Parco degli Astroni

INVERTEBRATI

Sugli specchi d’acqua si possono osservare numerose specie di libellule mentre nelle aree più aperte dell’Oasi si osservano fino a 55 specie di farfalle, due delle quali censite nell’area Flegrea soltanto agli Astroni. I tronchi degli alberi più antichi sono invece popolati dal raro Cerambice notturno della quercia.
Immagine 46 - Oasi Naturale Parco degli Astroni
foglia

VISITE GUIDATE

Vieni a conoscere tutti i fantastici abitanti dell'oasi